Vuoi avere pacchetti e carte gratis per MTG Arena M21 come avevo già fatto tempo fa per altre serie?

Il codice da utilizzare questa volta è (esattamente scritto così): PLAYM21

MTG Arena M21

MTG Arena M21 – dettaglio di questa nuova serie

Il set principale contiene 274 carte totali di cui:

  • 111 comuni
  • 80 non comuni
  • 53 rare
  • 15 mitiche
  • 15 terre base

Il tutto con un misto, come sempre per i core set , di carte ristampate e carte nuove.

Tra le carte ristampate che più ho apprezzato quasi unicamente per i ricordi al passato che ho è la carta del Simulacro Solenne.

Un artefatto costo 4 2/2 che quando entra in gioco metti una terra e quando muore peschi . Fantastico e super versatile.

Inoltre c’è un ritorno anche degli Shrines o (templi) visti anche in passato ad esempio in Campioni di Kamigawa, il vecchio set dedicato al mondo giapponese.

Un set per amanti degli animali

Se vi ricordate c’erano tanti gatti, ora è stato introdotto il nuovo tipo, il cane che è stato anche accumunato al tipo Hound.

Quindi Hound e Dog sono la stessa identica tipologia di creatura da adesso in poi. Molto bene. Si riescono a fare anche diversi deck semplici di soli cani, molto simpatici.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Ho comprato un amazon Echo, intrigato da un prodotto da un costo accessibile , che permettesse di avere un assistente vocale (e che mi ricordasse un po’ un Jarvis) .

Secondo motivo per cui ho scelto di comprare un amazon echo, è perché posso provare a programmarci delle mie skill. Non tanto per farne profitto, quanto per piacere personale per il mio progetto di avere un Jarvis come Iron Man.

Lo sapete che c’è un significato nei colori?

Ho notato dopo poco tempo che Alexa aveva dei colori diversi. In principio ho pensato che erano errori dovuti alla connessione. Invece ho scoperto che ogni colore ha un suo significato ben preciso.

Amazon Echo Dot significato colori

Significato colori su amazon echo

Blu fisso con sfumature che ruotano

Quando Amazon Echo è ancora in fase di accensione e non può recepire istruzioni.

Blu fisso con sfumature in direzione della persona che parla

Il dispositivo è acceso, funziona ma Alexa sta ancora elaborando la richiesta.

Alternanza di blu fisso e azzurro

Mentre Alexa sta dando la risposta (sperando giusta)

Luce arancione che ruota in senso orario

Il dispositivo si sta connettendo alla rete Wi-Fi. Non percepisce alcuna domanda in questa fase.

Luce violetta lampeggiante

Errore durante la configurazione del Wi-Fi. Non percepisce alcuna domanda in questa fase.

Luce bianca

Regolazione del volume sul dispositivo.

Luce gialla lampeggiante

Alexa ha un messaggio o una notifica in attesa. Dopo aver chiamato “Alexa”, chiedi “Riproduci i miei messaggi” o “Che notifiche ho?” per sentirli. Spesso sono notifiche di spedizioni amazon in corso o in consegna.

Luce verde lampeggiante

Hai ricevuto una chiamata, oppure che qualcuno sta facendo Drop In (tipo walkie talkie interno) sul tuo dispositivo da altri dispositivi compatibili della casa.

Luce verde che gira in senso antiorario

Chiamata in corso.

Luce viola singola dopo interazione con Alexa

Attivata la modalità Non Disturbare. Non si riceveranno le chiamate al dispositivo, neppure quelle interne.

Luce rossa fissa

Il microfono è stato disattivato per Amazon Echo. Premere il pulsante Microfono per riattivarlo.

Opinione personale

Dopo aver utilizzato il dispositivo da diversi mesi, devo dire che è diventato quasi fondamentale nella mia casa. Mi è utile in cucina , la sera e la mattina. Mi serve per i promemoria, appuntamenti e timer. Veramente un prodotto ben fatto e a meno di 35 euro è veramente il top. Sempre più vicino ad essere un Avengers anche io !

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Nei miei test sulla google stadia, nelle situazioni più impervie per vedere il limite minimo, ho riesumato un vecchio mini pc preassemblato super scrauso che avevo comprato su amazon in un black friday di esperimenti scientifici. Questo avevo installato un ubuntu e per aggiornarlo mi sono incappato nell’errore Could not get lock /var/lib/dpkg/lock-frontend – open (11: Resource temporarily unavailable).

Come risolvere il Could not get lock in 7 passaggi

  1. prire il terminale con Ctrl+alt+t
  2. sudo killall apt apt-get
  3. sudo rm /var/lib/apt/lists/lock
  4. sudo rm /var/cache/apt/archives/lock
  5. sudo rm /var/lib/dpkg/lock*
  6. sudo dpkg –configure -a
  7. sudo apt update && sudo apt upgrade

Eseguiti questi passaggi notere che ora eseguirà senza alcun problema l’aggiornamento. Ovviamente ci impiegherà un tempo x variabile tanto quanto era il tempo trascorso dall’ultimo upgrade del sistema.

 Could not get lock problema upgrade linux ubuntu

Era molto che non scrivevo più di linux, principalmente per motivi lavorativi ho usato negli ultimi anni macchine microsoft e sempre meno linux. Un po’ mi è dispiaciuto, ma probabilmente con l’anno nuovo mi concederò un nuovo pc linux per i miei esperimenti. Probabilmente però passero da ubuntu a linux mint, non so il perché se non che mi ispira particolarmente in questo periodo.

Se non trovo il budget per il nuovo fisso, magari posso utilizzare il portatile asus zenbook che mi ero comprato e di cui ne sono entusiasta da tempo.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Appena ho letto Ghostbusters: Afterlife tra i titoli che mi ha presentato youtube mi stavo sentendo male.

Dopo lo schifo un gran ritorno Ghostbusters: Afterlife può farcela

Tutti si ricordano quel flop totale di film sui Ghostbusters, tutto al femminile, solo per compiacere quelle quattro femministe che al pari del flame di #oscarsowhite han rovinato tutto il mondo del cinema.

Proponendo remake con tutti i personaggi maschili al femminile (Ocean’s al femminile altra gran mega merdata intergalattica), o con personaggi di finzione di stampo fumettistico o videoluco nati bianchi, diventare per magia degli afroamericani perché se no tutti a lamentarsi che sono esclusi dal cinema.

Tornando a Ghostbusters: Afterlife, non resta che esserne felici. Vedo nel cast qualcuno di già noto per Stranger Things (Finn Woofhard) , vedo un piacevole  Paul Rudd (Ant-Man per gli amici della Marvel),

Leggo indiscrezioni che dovrebbero tornare, anche se nel trailer non ci sono, parte del vecchio cast del blasonato Ghostbusters del 1984, come come Dan Aykroyd, Ernie Hudson, Sigourney Weaver e Bill Murray . Magari stiamo solo sognando.

Quello che è certo che rispolverare parte del glorioso passato è la scelta migliore. Il trailer mi è piaciuto un sacco, perché ha con se un carico di emozioni che questa ondata di back to 80’s sembra non finire mai.

Stavo cercando una immagine per l’articolo, ma ho trovato di più. Questo articolo di amazon che è un piccolo kit del ghostbusters. Sono rimasto affascinato dal suo stile retrò, sia nella composizione dell’immagine (chi è nato negli anni 80 lo sa bene), che nel libretto che mi ricorda molto i manuali delle giovani marmotte, con quei disegni fatti a mano. Bellissima anche la penna in dotazione, ma forse… è un memorabilia un po’ caruccio temo.

Da quello che si legge il film di Ghostbusters: Afterlife sarà nei cinema (presumibilmente americani, ma spero anche Italiani) nella prossima estate. Non vedo l’ora.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Eliminare i popup dal web è una missione.

Il mondo è pieno di incapaci che seguono guide di guru di sta ceppa che dicono che sui siti devono mettere i popup per attirare l’attenzione dell’utente e fregargli la mail con stupidi download.

Punto 1, se mai nella vostra vita incontrate “guru della seo” o “guru” in generale, sono degli inetti cerebrolesi che non sanno niente di quello che vi propinano. Hanno solo uno scopo: vendervi qualche loro cagata inutile che siano libri o altre buffonate.

Purtroppo eliminare i popup è facile sui pc, personalmente ho trovato più complicato farlo sui tablet e cellulari.

Come eliminare i popup su computer

Vi elenco i principali browser che il 99.9 % della popolazione usa, sicuramente una soluzione la trovate.

Google Chrome

  1. apri il browser
  2. vai nel Menu (alto a destra le 3 barre orizzontali)
  3. seleziona  Impostazioni
  4. click su Mostra impostazioni avanzate
  5. vai alla sezione Privacy
  6. premi Impostazioni contenuti
  7. vai a Popup
  8. applica la spunta su Non consentire la visualizzazione di popup nei siti (consigliata)
  9. premi Fine

Mozilla Firefox

  1. apri il browser
  2. vai nel Menu (alto a destra le 3 barre orizzontali)
  3. seleziona  icona a forma di ingranaggio
  4. click su Contenuti
  5. cerca la sezione Finestre pop-up
  6. applica la spunta su Blocca le finestre pop-up
  7. chiudi firefox

Internet Explorer

  1. davvero usi ancora Internet Explorer? Ma che problemi hai?
  2. apri il browser
  3. click icona a forma di ingranaggio (alto destra)
  4. click su Opzioni Internet
  5. applica la spunta su Attiva blocco popup (sez. Blocco popup)
  6. click su Applica 
  7. click su OK 

Microsoft Edge

  1. apri il browser
  2. click icona con tre puntini (alto destra)
  3. click su Impostazioni
  4. apri Visualizza impostazioni avanzate
  5. applica Attivato alla sezione Blocco popup

Safari

  1. apri il browser
  2. click Safari  (alto sinistra nel menu)
  3. click su Preferenze
  4. seleziona Siti web
  5. trova la sezione Finestre a comparsa (a sx)
  6. espandi Quando visito altri siti Web
  7. seleziona Blocca e avvisa

Come eliminare i popup su smartphone e tablet

I passi sono simili ai metodi sopra. I browser sono simili, solo lo schermo è più piccolo. Come eliminare i popup sui cellulari / smartphone sta diventando una vera noia. Li odio.

  • Chrome (Android/iOS)
    1. avvia l’app Chrome
    2. menu (le 3  linee orizzontali in alto a destra )
    3. seleziona Impostazioni
    4. poi Impostazioni contenuti
    5. seleziona Blocco popup
  • Firefox (Android)
    1. avvia l’app Firefox
    2. digita about:config nella barra degli indirizzi
    3. cerca la chiave dom.disable_open_during_load 
    4. settare a true
  • Safari (iOS)
    1. click su icona di Impostazioni
    2. apri l’icona Safari
    3. mettere in modalità ON l’opzione Blocco pop-up

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Come leggere scheda SD su PC non è proprio una cosa semplice, soprattutto se si è abbastanza neofiti.

Prima di tutto consiglio di leggersi le guide degli apparecchi che usano queste schede. Siano essi cellulari, fotocamere, computer o altro.

Passi per la scheda SD

Formati di scheda SD

Primo passo fondamentale è riconoscere il formato della scheda SD.

MicroSD

Uno dei formati più diffusi di schede di memori è microSD, dimensioni più piccole rispetto ad altri (15 x 11 x 1 mm),  usata sopratutto in smartphone android che supportano l’espansione della memoria interna. Presenta vari tipi di velocità e capienze.

Sono presenti in commercio anche adattatori che passano dalla scheda microSD alla scheda SD, come il Kingston che con meno di 6 euro si ha l’adattatore e la micro sd da 8 gb. Ottimo affare.

SD Card

Il formato SD Card o scheda SD  è un formato piuttosto diffuso nel settore della fotografia e delle videocamere digitali, dimensioni piccole ma più grandi del microSD (32 x 24 x 2,1 mm). Presenta vari tipi di velocità e capienze. Utili soprattutto per chi necessita di  salvataggi rapidi, per l’appunto come le macchine fotografiche digitali.

Nano SD/Nano Memory Card (NM)

La nanoSD o Nano Memory Card NM, di recente creazioni, è una scheda dalle dimensioni di una nano SIM (12,30 × 8,80 mm) ed è molto capiente.

Altri tipi di schede di memoria

Esistono comunque altri formati di schede che probabilmente sono fuori uso, ne cito due che ho incontrato e usato in passato.

  • CompactFlash Card: questa la ricordo perché erano grandi, simili alle schede del nintendo ds. Le usavo sulla vecchia macchina digitale. Tenevano poca memoria ed erano scomode.
  • Memory Stick: si tratta di un formato proprietario di Sony che si usava sulle vecchie playstation se non ricordo male, per salvare i giochi.

PC con lettore integrato

Nei PC desktop, solitamente è presente frontalmente una fessura. Trova la fessura giusta e infila schedina dal verso corretto.

Nei notebook, una volta era presente lo slot SD Card, forse ora meno diffuso. Trova la fessura e inserisci la scheda SD.

Come leggere scheda SD usando un lettore esterno

Sono disponibili dei lettori di schede esterni, collegabili al computer tramite cavo USB, e spesso pure multi formato. Comodi e veloci. Proprio perché c’è stato un trend di assenza di periferiche extra sui computer. Non necessitano di software o di chissà quale alchemica invenzione.

Al link esposto trovate un po’ di modelli.

Come leggere ed elaborare i file sulla scheda SD

Sistema: Windows

  1. inserire la scheda nel lettore
  2. attendere eventuali installazioni di driver
  3. avviare Esplora File/Esplora Risorse (icona cartella gialla nella barra delle applicazioni)
  4. seleziona l’icona Computer/Questo PC a sx
  5. doppio clic sull’icona della scheda
  6. usala come ogni altra cartella del pc senza paura

Sistema: MacOS

  1. inserire la scheda nel lettore
  2. attendere la comparsa della icona sulla scrivania
  3. doppio clic sull’icona che si è creata

Puoi accedere alla scheda anche dal Finder.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Vuoi  scoprire qual è il miglior convertitore video? Non so a cosa possa servirti, ma comunque ho deciso di dare qualche informazione utile, almeno qualche alternativa gratuita con i passaggi per le piattaforme windows e mac.

HandBrake

HandBrake, un ottimo software open source per convertire file video senza spendere. Molto semplice da usare, interfaccia utente essenziale e consente di generare filmati MP4 o MKV partendo da tutti i principali formati di file video. Ha dei profili-template pronti per semplificare la procedura di conversione.

Passaggi preventivi

  1. scarica il software dal sito Internet ufficiale
  2. premi Download HandBrake

Procedura WIN:

  1. avvia il file HandBrake-xx-Win GUI.exe
  2. clicca
  3. poi Next
  4. e infine  I AgreeInstall
  5. terminare la procedura con Finish

Procedura MAC:

  1. apri il .dmg
  2. trascina l’icona di HandBrake nella cartella Applicazioni
  3. Click destro del mouse sull’icona del software e seleziona Apri (procedura standard per software esterni al mondo apple)

Adapter

Adapter è un programma gratuito basato su FFMPEG, capace di trasformare tra loro tutti i principali formati video.

Interfaccia utente abbastanza intuitivo. Ha dei profili-template pronti per semplificare la procedura di conversione.

Passaggi preventivi

  1. scarica il software dal  sito Internet  ufficiale
  2. premi Download Adapter

Procedura WIN:

  1. avvia il file Adapter-x.x.x.exe 
  2. clicca
  3. poi OK
  4. e dopo Next
  5. spunta la voce I accept the agreement
  6. clicca 6 volte di fila su Next
  7. e infine  Install
  8. terminare la procedura con Finish

Procedura MAC:

  1. apri il .dmg
  2. trascina l’icona nella cartella Applicazioni
  3. Click destro del mouse sull’icona del software e seleziona Apri (procedura standard per software esterni al mondo apple)

In entrambi i casi è possibile che saranno anche scaricati  FFmpeg e VLC.

Altri convertitori video

Per completezza scrivo altri software sia per macchine Windows che per Mac. Onestamente, come ho scritto nell’incipit sono tutti programmi abbastanza inutili, non credo esista il miglior convertitore video in assoluto, ma dei software che a primo impatto risultano facili da usare per l’utente.

Formati Video

Forse si necessita di una doverosa postilla. Quando scrivo di formati video, si intende l’estensione (di input o di output). Ad esempio alcuni formati noti e di largo uso sono:

  • MP4
  • AVI
  • MKV
  • WMV
  • MOV
  • FLV

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Hai un Mac, che hai pagato una fraccata di soldi e sei così ad un empasse che non sai come aggiornare Safari ?

Bravo, questa guida è la cosa che fa per te perché parlo proprio di  come aggiornare Safari, come tutto sul Mac, una delle cose più semplici.

Come aggiornare Safari

Aggiornare Safari su macOS

  1. accendere il tuo prezioso Mac
  2. click sul logo Apple sulla barra dei menu
  3. selezionare App Store
  4. oppure versione facile: lanciare il Mac App Store presente sulla barra Dock
  5. click sulla scheda Aggiornamenti
  6. premere Aggiorna

TIPS: Abilitare gli aggiornamenti automatici

  1. apri Preferenze di Sistema
  2. premi Aggiornamento Software
  3. Spunta la voce Mantieni il Mac aggiornato automaticamente
  4. vai in Avanzate e attiva le opzioni:
    1. Cerca aggiornamenti
    2. Scarica i nuovi aggiornamenti quando disponibili
    3. Installa aggiornamenti macOS
    4. Installa aggiornamenti delle app da App Store
    5. Installa i file dei dati di sistema e gli aggiornamenti di sicurezza
  5. dai l’OK per salvare le modifiche

Aggiornamenti su iOS

  1. avviare l’app Impostazioni (icona ingranaggi)
  2. vai su Generali
  3. e poi Aggiornamento Software

Puoi attivare gli aggiornamenti automatici da iOS 12. Basta andare su : Impostazioni –> Generali –> Aggiornamento Software –> Aggiornamenti automatici e flagga positivamente Aggiornamenti automatici.

Vale la regola sia su Mac che su iPhone che se non trovi safari (o qualunque app in generale) nell’elenco è perché il tuo software è aggiornato, e non devi fare altro. 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Ho da poco ripreso un iPhone un vecchio modello (iPhone 5) che il mio cellulare android si è rotto e ho preso questo da mio fratello. Non ha molta memoria ed è stato necessario attivare iCloud per salvare nel cloud dei dati e non abusare della (poca, pochissima) memoria.

Inoltre senza iCloud, non è possibile sincronizzare i dati delle applicazioni, i calendari, i contatti e la posta con gli altri dispositivi, dato che ho anche un tablet ipad veramente figo con pennino.

Inoltre WhatsApp salva su icloud i backup esattamente come faceva android con drive.

Come attivare iCloud

Abilitare iCloud e come attivare iCloud in 3 passaggi

I passi per  attivare iCloud su iPhone sono semplici:

  1. andare nel menu con le impostazioni di iOS (icona dell’ingranaggio se non l’han cambiata col tempo)
  2. click su Esegui il login su iPhone
  3. immettere i dati dell’account iCloud e premere Accedi

P.S. se non hai un account iCloud premere  Non hai un ID Apple o l’hai dimenticato e Crea ID Apple con i dati richiesti

Per impostazione predefinita, l’iPhone attiverà tutte le opzioni di sincronizzazione. Ti consiglio di disabilitarne qualcuna, perché lo spazio gratuito non è poi così grande

Configurare la sincronizzazione dei dati su iCloud

Come configurare iCloud e volendo disabilitare alcune sincronie:

  1. apri le impostazioni di iOS
  2. premere sul tuo nome
  3. poi premi iCloud e seleziona ciò che vuoi sincronizzare:
  • Foto – attivando questa funzione, tutte le foto, screen e i video che realizzerai con il tuo iPhone verranno archiviati in maniera permanente nella Libreria foto di iCloud. Questa voce ti prenderà gran parte dei giga gratuiti (pochi).
  • Posta – le impostazioni dei tuoi account email della app Mail verranno sincronizzati tra i dispositivi.
  • Contatti – per sincronizzare la rubrica del tuo iPhone con tutti i tuoi dispositivi .
  • Calendari –  sincronizzare gli eventi del calendario con tutti i device (consiglio di sincronizzare).
  • Promemoria – consente di sincronizzare i promemoria della app Promemoria (utilissima consiglio di tenerlo sincronizzato).
  • Note – sincronizza l’app Note. (secondo me utile).
  • Safari – permette di sincronizzare segnalibri, cronologia e altri dati. Per me non fondamentale.
  • Casa – sincronizza i dati della domotica (mai usato).
  • Salute – sincronizza i dati della salute (mai usato).
  • Wallet – permette di sincronizzare i dati del Wallet (mai usato).
  • Game Center – (inutile).
  • Siri – (inutile, come siri).

Gestire i servizi collegati ad iCloud

iCloud dà anche accesso a una vasta gamma di servizi gratuiti che aiutano:

  • Trova il mio iPhone – permette di localizzare l’iPhone su una mappa e di comandarlo a distanza tramite Internet, in modo da bloccarlo, farlo squillare o formattarlo in caso di furto/smarrimento. Per attivarlo: menu Impostazioni –> NOME –> iCloud –> Trova il mio iPhone e attiva Trova il mio iPhone (digita la password del tuo ID Apple).
  • Backup iCloud – ssalva dati, app e impostazioni dell’iPhone sul cloud, per ripristinare il dispositivo o un nuovo iPhone. Per attivarlo: menu Impostazioni –> NOME –> Backup iCloud e attuva Backup iCloud. I backup verranno effettuati in automatico se in rete wifi e attaccato alla corrente oppure cliccando su Esegui backup adesso.
  • Portachiavi iCloud – servizio che permette di salvare le password. Per attivarlo: menu Impostazioni –> NOME –> iCloud –> Portachiavi e attiva Portachiavi iCloud.
  • Libreria foto di iCloud – per archiviare foto e video in maniera permanente su iCloud, vedi sopra. La procedura è sempre uguale
  • Libreria musicale di iCloud – simile alle foto ma con la musica e si integra con  Apple Music. Ha un limite di 100.000 tracce. Per attivarlo: menu Impostazioni –> Musica e attiva  Libreria musicale di iCloud.
  • iBooks – per sincronizzare gli ebook e i documenti che contiene su tutti i tuoi device.

Quanto spazio su iCloud?

Il piano base di iCloud offre 5GB di spazio online per l’archiviazione dei dati.

Per gestire chi e cosa deve salvare su questo misero spazio : menu Impostazioni –> Nome –> iCloud –> Gestisci spazio. Le applicazioni verranno disposte automaticamente in ordine decrescente di spazio occupato.

Cancella i dati delle applicazioni che ritieni inutile premendo il tasto per eliminare i dati.

Pagare per più spazio su iCloud

I prezzi non sono così esagerati, ma comunque trovo inutile pagare:

  •  50 GB – 0,99 euro/mese.
  • 200 GB – 2,99 euro/mese.
  • 2 TB – 9,99 euro/mese.

Su  Gestisci spazio  seleziona la voce Modifica piano di archiviazione. Sottoscrivi il piano a te congeniale.

Disattivare iCloud su iPhone

Per cambiare l’account iCloud collegato all’iphone:

  1. Impostazioni –> NOME –> iCloud –> Esci,
  2. digita la password dell’account impostato attualmente
  3. premi  Disattiva

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail