Netflix Jessica Jones, possibili spoiler… forse.

Ringrazio di essere nato in questi tempi moderni, dove tra un film e un serial, sviluppare il proprio nerdismo non è più difficile e fondamentalmente abbastanza economico.

Non conoscevo per niente il mondo Marvel e DC Comics fino a qualche decina di anni fa (anno più anno meno). Perché non mi sono mai interessato della parte “fumettistica americana”, ma solamente alla controparte nipponica, vuoi per i cartoni (anime) vuoi per i fumetti che in parte colleziono (manga). 
Ma ripeto grazie ai tempi moderni, ad Hollywood che sta spendendo molti soldi in questo, riesco a scoprire personaggi fighissimi che mi erano del tutto sconosciuti. Non faccio il finto saccentone, prima dei film io manco sapevo chi fosse Iron Man, Black Widow e tutti gli Avengers. Sacrilegio? No onestà. Conoscevo Hulk perché guardavo il serial degli anni 80 con Lou Ferrigno, conoscevo Batman & Joker della DC perché c’erano i cartoni animati. Ma poco altro.

Ora grazie a Netflix ho conosciuto anche Jessica Jones.

Che ammetto, se non guardi la wikipedia, non è che ti fai proprio una idea precisa di chi sia questa eroina. Nel senso che rispetto al fumetto, non mi sembri centri molto (sopratutto l’abbigliamento). Diciamo è una rivisitazione in chiave moderna del personaggio di Jessica Jones, Kilgrave (Killgrave nel fumetto) e compagnia bella. Questo per dare un senso di modernità attuale (sebbene sia un personaggio creato nel 2001), e per dare un senso di quotidianità secondo me.
L’antagonista, interpretato da David Tennant (che ricordo per i miei amici lettori ha interpretato magistralmente anche il Dottor Who #10) è bravissimo, e per parte del serial mi stava anche simpatico, capivo le sue problematiche, il perché, le sue esigenze… insomma era cattivo ma quasi prendevo la sua parte. Nel fumetto in teoria era totalmente viola-fucsia ma nel serial tv è reso più umano (il colore lo si vede nei vestiti) e solo alla fine quando fa una indigestione di potere allora assume anche un colorito violaceo, ma quasi con una motivazione medica.
Come sempre avvengono cose piuttosto stupide e nonsense, che ti fanno avere questi interrogativi:
  • ma siete stupide? 
  • lo fate apposta,?
  • vi hanno picchiato troppo da piccole?
  • ci siete nate proprio così?
  • avete anche il super potere inutile dell’essere imbecilli?
Ma probabilmente non sarebbe stato altrettanto divertente. 

Perchè è bello Jessica Jones?

Perché non è il solito super eroe buono. Anzi è una stronza fotonica (e l’attrice evoca molto questa caratteristica anche per chi ha visto il serial con lei: Non fidarti della str**** dell’interno 23 [Don’t Trust the B—- in Apartment 23]). Quasi non ti verrebbe da dire che tifi per lei. Ubriacona, manesca, sporca, sciatta. Spesso antipatica. Eppure piace la ragazza così selvaggia, anche perché è una gnocca fotonica. Inoltre è molto ma molto attaccata ai suoi amici e persone a cui vuole bene, il che annulla tutti gli aspetti negativi citati sopra, e fa piacere ulteriormente il personaggio.
Perché anche il cattivo piace, ti stimola, ti senti dalla sua parte, quasi lo apprezzi (come ho detto sopra).
Perché il finale c’è ed è bello, però lascia quella speranza per una season 2. 
Perché anche i personaggi secondari, sono ben caratterizzati, hanno il loro motivo di esserci e non sono messi casualmente o senza uno scopo specifico. 

Vale la pena fare netflix solo per Jessica Jones? 

NO. Sia chiaro, uno fa netflix perchè da molto altro, non conosco nessun malato o super fan di Jessica Jones per validare la spesa mensile, anche fosse un solo mese.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail