Road to Oscar 2018: Recensione Scappa – Get Out

Scappa – Get Out uno dei film con due nomination agli Oscar 2018.

 

scappa - get out

Presente nelle categorie degli Oscar 2018 per:

  • Miglior film
  • Miglior sceneggiatura originale

Scappa – Get Out di Jordan Peele

Scappa – Get Out film del 2017 è co-prodotto, scritto e diretto dall’esordiente  Jordan Peele.

L’attore protagonista del film è Daniel Kaluuya nel ruolo Chris Washington. Kaluuya per quanto mi riguarda lo ricorderò principalmente per il monoepisodio su Black Mirror con lui presente e a quanto vedo da wikipedia sarà presente anche in Black Panter nel 2018. Un altro attore di cui vorrei sottolineare la presenza è Lakeith Lee Stanfield che per tutti noi nerd rimarrà nella memoria come L nell’osceno riadattamento di Death Note ad opera di Netflix, ancora inspiegabile come sia possibile che un bianco sfigato rachitico diventi un prestante uomo nero. Assurdo. Altri film famosi in cui Lakeith Lee Stanfield ha preso parte sono Short Term 12, Selma – La strada per la libertà, Straight Outta Compton.

 

Scappa – Get Out trama in breve

La trama parla di un ragazzo di colore che viene invitato in quegli odiosi pranzi con la famiglia della ragazza (ovviamente bianchi). In quelle classiche mega ville con giardino che fa provincia, tipiche americane. Ovviamente la famiglia ha anche un paio di persone di servitù nere. Questo thriller a tratti prende anche le sembianze della tipica commedia, con stereotipi bianchi / neri. Sopratutto dovuti al fatto che c’è una riunione di famiglia e amici ovviamente tutti bianchi che fanno battute strane a sfondo sempre bianchi – neri. Una delle caratteristiche strane è la capacità di ipnotizzare della madre della ragazza. Per il resto non sarà il solito pranzo familiare.

Scappa – Get Out, opinione personale

Questo film è molto bello. Primo perché la storia in se per se è divertente e innovativa. Ha quel pizzico di creepy e di fantascientifico che ci sta bene. Lascia un senso di divertimento più che di angoscia, perché i dialoghi e le scene sono molto ben studiati.

Onestamente non so quanto meriti la nomination all’oscar come miglior film, personalmente lo reputo meglio di Dunkirk sicuramente almeno mi ha intrattenuto e mi ha divertito parecchio.

Lo considero un film da vedere perché ha una trama di fondo abbastanza innovativa.

Cosa non mi è piaciuto è la solita percezione che si ha da parte delle persone di colore, di sentirsi sempre minoranza e maltrattati dai bianchi. Storia vecchia e noiosa nel 2018.

Acquista su Amazon.it

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Autore dell'articolo: Borgo7

Borgo7 nasce come una persona normale, poi scopre i computer, le console, internet e si scopre essere uno dei nerd, un geek e un videogiocatore.