Pesantino. Un film sullo stile del passato, ambientato in periodo guerra. Sempre in mezzo a qualche sopruso e qualche fatto triste. Lunghetto (sulle due orette e mezza quasi).
Quei film che io guardo una volta in vita, perchè vanno guardati vuoi perchè famosi, vuoi perchè si è parlato tanto ma mai più ragazzi se non a distanza di tempo, quel tanto che basta per farmi scordare totalmente il film.
Anche lui vittima della mia personale legge de’ “trailer figo e interessante, film penoso”. Fino ad oggi non ha sbagliato mai (a mia memoria).
Peccato anche se immagino che fare un film dove il protagonista è un animale, vivo, vero e muto e non un cartoon sia alquanto difficoltoso… aggiunta poi l’ambientazione… un cocktail esplosivo.
Diciamo che ho visto di meglio in tv, al cinema e su br.
Dopo essermi bellamente assopito e annoiato, posso coricarmi senza fatica questa notte. Buona visione.
PS se siete particolarmente sensibili ai problemi di animali, vedere animali morti o cose così… evitatelo bisogna avere una mente aperta e considerare che era il periodo di guerra e non si guardava tanto per il sottile.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Entusiasta del film visto la sera precedente, un bellissimo film coinvolgente, senza particolari effetti speciali chiamato In Time (che spero presto esca il blu ray italiano dato che c’è solo la verisone americana)  dove tra gli attori e attrici principali spuntano i nomi di : OLIVIA WILDE (bellissima, una donna meravigliosamente stupenda), Justin Timberlake (che devo dire è un discreto attore) e Amanda Seyfried (che rossa col caschetto è decisamente figa nel film). Un mondo del futuro dove anzichè i soldi si paga e si vive usando il tempo. Ma sostanzialmente è come il mondo di adesso un sacco di poveri sfruttati destinati alla morte e pochi ricchi immortali. L’epilogo lo potete già immaginare. Un film poco impegnativo ma bellissimo e una discreta morale.
Invece devo dare un sonoro “buuuu” a Hugo Cabret. Dal trailer dato sembrava un super figo film, di quelli da non perdere… e invece l’avrei perso volentieri.
Dopo un ora di film chiedevo pietà perchè fosse già finito. Invece no. Lento, lentissimo, una noia infinita. Sebbene la trama e magari anche l’ambientazione potesse essere interessante e dare un sacco di spunti creativi e magici al film, niente. Di una tristezza vedere sto film che ti cascavano le palle mentre lo si vedeva. Uno dei film che non vedevo l’ora che finisse per terminarne la visione.
Se volessi fare un dispetto (poi oh, magari a qualcuno piace un sacco e lo adora) regalerei questo blue ray a qualcuno XD e sul biglietto “quando il tempo sembra fermarsi”.

Qualcuno li ha visti?
E io domani sera che vedo? Boh… vedrem.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Temo che ancora non ve l’avevo fatta vedere … Il mio nuovo acquisto: ps3 360 gb bianca nuova da gamestop.

Così si va ad aggiungere alla psp 3000 azzurra giapponese (comprata durante il viaggio in Giappone), al dsi blu giapponese (regalo della mia migliore amica e mio immenso tesoro Nadia) e alla Wii (comprata con uno dei primi stipendi) . Mi manca giusto la Xbox 360 e ho fatto l’en plein 🙂

Soddisfazioni da piccolo Nerd.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Per una volta nella vita ho vinto qualcosa.
Si sono uno dei fortunati vincitori del concorso esclusivo del sito lo spazio bianco.
Cosa ho vinto? Un libro, si una di quelle cose che si sfogliano e hanno le pagine. Sebbene nell’epoca moderna sembra che si voglia spostare il mondo su supporti tecnologici (badate bene io sono un nerd, amo la tecnologia ma i libri vanno SOLO SU CARTA).
Copiando dal sito dello spazio bianco:

Tex si presenta e si racconta ai propri lettori con una autobiografia scritta da Mauro Boselli, uno degli scrittori di punta delle avventure dedicato al più longevo e seguito dei personaggi della Sergio Bonelli Editore, con le illustrazioni di Fabio Civitelli: “Tex Willer, il romanzo della mia vita”.

Ecco io sono contentissimo di questa cosa e l’ho voluta condividere con tutti voi!

Un complimenti anche ai miei colleghi-vincitori del concorso:

VINCITORI
Lunedi 12 settembre: Maurizio Albertoni
Martedi 13 settembre: Andrè Lorenzi
Mercoledi 14 settembre: Mario Forgione
Giovedi 15 settembre: Morini Mara
Venerdi 16 settembre: Maila Tritto
Sabato 17 settembre: Matteo Borghesi
Domenica 18 settembre: Daniela Bertazzoni

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Ecco alcuni comandi utili per google plus mentre scrivete i vostri pensieri, idee e tutto quello che volete condividere:

COMANDO –> REAZIONE –> ESEMPIO PRATICO

  • _ italic text _ –> italic text –> _ciao google_ –> ciao google
  • * bold text * –> bold text –>  *ciao borgo7* –> ciao borgo7
  • - strikethrough text - –>  strikethrough text –> -ciao matteo borghesi- –> ciao matteo borghesi
  • @Matteo Borghesi o digitare +Matteo Borghesi –> produce l’effetto di mettere nella barra dedicata a chi vuoi far leggere il post, un link diretto alla persona. Sfruttabile se vuoi inviare quelli che si chiamano MP (messaggi privati) disattivando la lettura a tutti gli altri e tenendo solo il nome linkato. Funziona sia nei post che nei commenti!
  • Dopo che si ha scritto qualcosa cliccare sul triangolino in alto a dx ▽ per disabilitare o meno commenti e lo sharing del post che avete appena fatto.
  • Premendo Tab + Invio dopo aver scritto un commento sotto un post, fa l’invio rapido senza che si debba per forza andare col mouse a cliccare sul bottone.
  • Coi tasti “k” o “j” vi spostate su e giù nello stream dei messaggi.
N.B. I primi tre comandi funzionano solo se non ci sono spazi:

  • esempio errore: * ciao matteo * produce solo * ciao matteo *
  • esempio corretto: *ciao matteo* produce *ciao matteo*

idem per gli altri due comandi.

[Aspetto negativo (ma neanche tanto)]: sono ammesse le emoticon di gmail. Purtroppo per chi usa spesso questa emoticon *_* per esprimere gioia, allegria, partecipazione al messaggio, ammirazione non la può usare in quanto produrrebbe il grassetto dell’underscore. A meno di non mettere spazi bianchi tra gli asterischi e l’underscore. 
Se c’è un trucco per farlo (tipo anteporre qualche simbolo) io non l’ho ancora trovato…
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Ammetto che ho molte lacune. Ed è la prima volta (sarà che sono interessato al mio progetto) che sento l’esigenza di informarmi su cosa sia l’Authinfo.
Ebbene questa parola indica un codice che viene assegnato al momento della registrazione e che identifica in modo univoco il dominio, è personale del registrante (cioè io o voi) quindi va conservato con cura e non sbandierato ai quattro venti. Il registrar (ovvero chi vi fornisce il servizio di registrazione dominio) è tenuto a comunicare a chi registra (il registrante in termine tecnico) questo codice generalmente alfanumerico, indispensabile per poter eseguire tutte le operazioni di trasferimento o cambio proprietà del dominio !
Se dovessi trasferire o cambiare proprietà… al dominio significherebbe che l’ho venduto per diversi euro!
Quante cose che si imparano.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail