Come disinstallare vmware dal proprio linux, se non ci serve più è semplicissimo e veloce-

Per la versione player (gratuita) di cui ho parlato anche nel post “Installare vmware

  1. Aprire il terminale ctrl+alt+t
  2. Digitare sudo vmware-installer -u vmware-player  
oppure se si ha la versione workstation 
  1. Aprire il terminale ctrl+alt+t
  2. Digitare sudo vmware-installer -u vmware-workstation 
Probabile che vi chieda la password di admin, successivamente vi farà un paio di domande su cosa volete tenere o cancellare dei file di configurazione. 
Io ho cancellato bellamente tutto, non mi serviva a niente tenere le config. dei vari sistemi testati. 
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Spesso si crede che uno smanettone linuxone una volta che usa il suo bell’ubuntu (o una distribuzione random) è bel che contento. E qui vi sbagliate perchè un vero smanettonedeluxetm ha sempre bisogno di testare le cose su vari OS.

E qui ci viene incontro la tecnologia delle virtual machine, che riproducono via software un hardware e ci puoi installare tutti gli OS che vuoi senza rischiare di fare danni fotonici alla tua macchina, e magari dover formattare, cosa particolarmente odiosa e perditempo. 
Ci sono tante marche e software, nessun motivo particolare per questo programma. 

Installare VMWare su Ubuntu

  1. Scaricare il software dal sito ufficiale
  2. Aprire il terminale ctrl+alt+t
  3. Digitare cd Scaricati
  4. Digitare chmod +x VMWare*.bundle 
  5. Digitare sudo ./VMWare*.bundle 
Se richiesto mettere la password di sistema di admin
Aprite il software e installate tutti gli OS che volete.

ATTENZIONE!!

* ogni versione della VMware ha il suo nome, ad esempio il mio era VMware-Player-12.0.0-2985596.x86_64.bundle quindi ho digitato tutto il codice, non fate solo VMware.bundle o VMWare*.bundle o verrete radiati dal club degli smanettoni 

ATTENZIONE!! 2

cd Scaricati è la cartella dove fate i download solitamente (preimpostata) ma se il posto è diverso dovete scrivere il percorso esatto del file
Non sto a dirlo, ma a parte le distro-linux gratis dovete possedere i cd / codici originali degli OS che installate. Non usate i falsi, esigete sempre e solo cose originali. 
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail