The 100, dopo Shadowhunters il secondo serial di merda su Netflix

the 100 netflix

Non tutto quel che esce da santo Netflix è oro. Non solo a livello filmico, ma anche a livello di serial tv. Questa volta parlerò con commenti MOLTO SPOILER su un serial che mi son visto tutto prima di giudicarlo: The 100.

Se leggete questo articolo, forse vi risparmiate 520 minuti di vita buttati o semi buttati (13 episodi da circa 40 minuti). Siete stati avvertiti.

Se ho droppato Shadowhunters, con The 100 ci siam andati vicini

the 100 netflix

Con Shadowhunters mi è bastata una puntata per decretarne il fatto che fosse merda fumante. Dopo l’orribile esperienza filmica (indipendente da questa realizzazione seriale), c’era veramente bisogno di questo serial tv? No. Fa cagare la storia di base, fan cagare i personaggi, fan cagare gli attori. Tutto osceno. Quindi inutile aspettare 1 episodio a settimana per una roba oggettivamente brutta.

The 100 invece aveva dalla sua alcuni notevoli aspetti positivi:

  • tutta la serie completa già disponibile: e chi come me ama le maratone è oro che cola
  • una amica fidata mi ha suggerito di vederla
  • il tema di base mi piaceva

Quindi tutto sommato perché non vederlo? Ho voluto apposta guardarlo TUTTO, prima di giudicarlo.

Il commento a caldo, o meglio il primo pensiero che si ha guardandolo, è: la brutta copia di Lost. Dal 2004 al 2010 quel serial ha tenuto inchiodati tutti noi malati di tv per poi andare in merda con una ultima stagione, ma in particolare una ultima puntata che è passata negli annali delle cagate-fotoniche.

Per chi non sapesse cosa sia Lost un riassunto in due righe: gente che precipita su di una isola sperduta e sembra disabitata, si arrabattano con i resti e rudimentali strumenti, ci  si accorge che non sono poi così tanto soli, accadono cose sovrannaturali, muore gente, metà della gente è scema.

Quello che accade in The 100 è simile con alcune differenze: questi ragazzi vengono inviati apposta dallo spazio dove erano fuggiti dopo una megaguerranucleare di centiania di anni(perchè l’uomo ha progettato questa stazione orbitale non abbastanza autosufficiente, bravi, centinaia di anni di evoluzione inutili),  non è una isola ma la terra. Fine. Per il resto è una copia brutta di Lost.

Inizio ad elencare in modalità superspoiler tutto quello che non mi sfagiola.

Partiamo dall’idea di base. Come ho detto l’umanità ha fatto una megaguerrasupergiga nucleare provocando la morte globale del pianeta e dei suoi abitanti, tanto che parte di essi sono dovuti andare a vivere su una stazione orbitale nello spazio. Fin qui nulla di male, l’uomo è una scimmia stupida, ci sta che fa una super guerra. Ci sta che vai nello spazio. Ma stiamo parlando di anni di evoluzione e non son stati capaci di fare una astronave che garantisse la vita forever?

All’interno della stazione spaziale, ancora l’errore principale dell’uomo: dividersi in caste, con privilegi differenti. Nessuno dovrebbe comandare mai.

La stazione spaziale è tipo un lager, tanto che la scena che più mi ha fatto male vederla è quando la gente moriva che gli prendevano i beni, e le scarpe. Proprio come facevano i nazisti con gli ebrei. Orrendo collegamento che potevano tranquillamente risparmiarsi.

Mandano sulla terra questi 100 ragazzi, uno più idiota dell’altro. I personaggi sono veramente l’apoteosi della stupidità umana e sono rappresentati in tutte le loro categorie: il troione, la troia, la zoccola, la santa troietta, il playboy, il capo stronzo carismatico, il beota, il coglione, il faccioquelcazzochevoglio, i mongoli, gli zerbini, gli inutili, l’asiatico intelligente… insomma ci siamo capiti. La sagra dello stereotipo degli imbecilli.

Se sono questi che devono ripopolare la terra e garantire di nuovo il futuro all’umanità meglio che si estinguano.

Sulla terra accade una cosa anomala: una mega nebbiona gialla che stermina la gente, provocando ustioni, cecità, convulsioni e morte con sommo dolore. Dove avevo già visto questa cosa? Umh….. ah già agli Hunger Games e anche in Lost (ma era nera e uccideva subito). Si è giunti a una spiegazione di cosa sia, da dove arriva, se provocata dall’uomo o no? NO NIENTE. 0 spiegazione. Si vede un paio di volte e finita lì. Tra l’altro è una nebbia scema, perché basta che ti metti in un cunicolo o sotto una coperta e non ti uccide… ma dai? La nebbia che non si infila nelle fessure o non gira l’angolo? Ma siamo seri?!? Stronzatone mondiale.

Non capirò mai come in questi serial post apocalittici lance, sassi, legna e strumenti fatti a cazzo riescano a battere fucili, pistole e bombe a mano.

Come sempre la figa fa muovere mari e monti, e crea numerosi morti. Non c’è niente da fare è una legge cosmica nella vita e nei serial tv.

I migliori son sempre quelli che se ne vanno prima, e anche in questo serial i personaggi che avevano più potenziale ed interessanti son quelli che ci lasciano sempre le penne.

Conclusioni

Mi viene malissimo a pensare che mancano ancora 2 stagioni alla conclusione di questa cosa, perché a quanto pare è una trilogia di libri di Kass Morgan. Mi auguro che i libri siano meglio ma ho forti dubbi. Se Shadowhunter è una cagata che non vale la pena guardare o anche solo ascoltare, questo comunque può valer il tempo speso solo se la si ha come sottofondo mentre si fa altro. Il voto è di 2.5 su 5 perché sebbene realizzato coi piedi, i personaggi odiosi è una tematica che mi piace e alla fine qualche discreta gnocca c’è (anche se non si vede nulla di nulla amici miei). Insomma The 100 è il classico serial che può attirare un pubblico abbastanza giovane perché ha con se molti ragazzini bellocci e diverse ragazze gnocche; ma a chi cerca un serial con le palle beh questo non le ha.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail